Caro Giovanardi, io sono un imbecille e tu sei un mascalzone!

Carlo Giovanardi, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alle politiche antidroga, dopo il tragico incidente nel quale 7 ciclisti hanno perso la vita a causa di un uomo che guidava senza patente e risultato positivo alla cannabis ha auspicato, come uno sciacallo, che «nessuno dia più spazio a quegli imbecilli che straparlano di differenza tra droghe leggere e pesanti»

Ma questo signore ha presente gli effetti devastanti che può avere l’eroina su una persona?

Ha mai letto delle statistiche che riguardano i morti causati dal fumo del tabacco?

Il tabacco è la causa maggiore di morte, tra le varie sostanza che vengono usate.

E l’alcool? Non ci sono svariati casi di persone che guidano ubriache e uccidono a caso?

Eppure il nostro Stato BUONO che Giovanardi rappresenta vende e guadagna, in regime di   monopolio, alcool e tabacco.

Si pubblicizzano i superalcolici in tv come se niente fosse.

Ma in questo caso il nostro sottosegretario non ha niente da dire.

E si è mai chiesto il nostro sottosegretario se diffondere notizie assurde come quelle secondo cui le droghe sono tutte uguali potrebbe aiutare qualcuno dei nostri ragazzi che magari qualche volta si fuma uno spinello a provare droghe diverse, tanto, secondo il nostro sottosegretario, sono tutte uguali!

Magari uno che si è appena fatto un buco di eroina non causa incidenti stradali per il semplice fatto che non si regge neanche in piedi!

Magari Giovanardi non è interessato a sapere che l’uso della siringa crea una dipendenza fortissima, a differenza di altri modi di assumere sostanze stupefacenti.

Nessuno insegna ai ragazzi a conoscere realmente i pericoli dell’uso di queste sostanze.

Il fumo è tollerato in tutte le scuole italiane. Gli insegnanti fumano tranquillamente e sono un pessimo esempio.

Nessuno racconta ai ragazzi che per liberarsi di questo vizio con ogni probabilità occorreranno molti anni, e che questo vizio gli costerà migliaia di euro nel corso della loro vita.

Niente. Niente di niente.

Soltanto un gratuito “imbecille” a coloro che tra le tante droghe vogliono fare chiarezza, aiutando chi malauguratamente si avvicina a queste esperienze almeno a sapere a cosa va incontro.

No, niente! Tutto uguale!

Ragazzi miei, se oggi vi fate una canna e domani vi fate una pera non cambia niente! Sempre drogati siete!

Se invece fumate 30 sigarette al giorno siete una sana gioventù!

Se vi fate 4 bicchieri di vodka tutto tranquillo, tanto è festa!

Basta che non guidate l’auto! Parola di Giovanardi!

Per fortuna i nostri ragazzi non sanno niente di questo sottosegretario e si fidano maggiormente delle informazioni che si passano tra di loro.

Per quanto fantasiose e piene di lacune, saranno sempre migliori delle bugie del nostro sottosegretario!

Caro Giovanardi, tu sei un pericolo per i nostri giovani.

Tu non sei tanto ignorante da non sapere queste cose, e neppure tanto imbecille da non capirne l’importanza.

No, tu sei soltanto un mascalzone, che diffonde notizie false e tendenziose mettendo a rischio la salute di tutti.

Vergogna!

Articolo correlato:

Ipocrisia della lotta alla droga

Be Sociable, Share!

Facebook comments:

7 pensieri su “Caro Giovanardi, io sono un imbecille e tu sei un mascalzone!

  1. Attribuire l’incidente all’uso di cannabis mi sembra assurdo.
    Sicuramente assumendo tali sostanze i riflessi rallentano vertiginosamente (quindi guidare dopo lo spinello è molto pericoloso),ma non è un eccitante. Non spinge a correre, semmai rallenta.
    Secondo me alla base di tutto bisognerebbe capire come mai la cannabis è così osteggiata più che porsi domande circa il perché lo spinello venga paragonato a droghe come eroina, cocaina o addirittura venga trattato come un pericolo superiore rispetto all’alcool.
    La canapa oltre a essere utile per la produzione di prodotti tessili molto resistenti (per cui l’Italia e le Repubbliche Marinare erano famose), contiene THC, CBD e CBN, i principi attivo sotto accusa.
    Le proprietà curative di tale sostanza sono infinite. Per citarne solo alcune:antinausea, anticinetosico, stimolante l’appetito, antitremore, abbassa la pressione endooculare, antidolorifico,miorilassante, sedativo, ansiolitico, antinfiammatorio, antidiscinetico,antiepilettico, antiasmatico (la lista delle malattie che può creare o alleviare sarebbe ancora più lunga, quindi mi fermo qui). Bisogna anche dire che in dosi massicce il CBN produce disorientamento temporo-spaziale e vertigini.
    Sui danni da overdose di cannabis le teorie sono discordanti, non conoscendo nei dettagli il funzionamento del sistema nervoso anche l’esatto meccanismo d’azione dei cannabinoidi a livello cerebrale è ancora da definire. Su una cosa sono tutti concordi, sostanze psicotrope e farmaci in generale sono molto più pericolosi e hanno molti più effetti collaterali (un esempio, la pilola contraccettiva è largamente diffusa, avete mai letto un bugiardino?, per non parlare degli psicofarmaci!).

    Scusa tutto questo preludio magari evitabile (sfido chiunque a fare lo stesso con le altre sostanze sopra elencate, tabacco da sigaretta compreso), però mi aiuta a dare una risposta del tutto personale.
    Perché nemmeno chi può trarne giovamento può mettersi seduto e fumare la sua canna?
    Secondo me perchè troppo economica e semplice da reperire, non ci si possono far troppe marchette sopra.
    Test effettuati su farmaci (naturalmente non Italia, perchè da noi la produzione di farmaci a base di cannabinolo era vietato fino a pochi mesi fa) che contengono una versione sintetica di alcuni dei principi attivi della cannabis hanno mostrato molti più effetti collaterali e svantaggi rispetto alla pianta naturale.

    Forse pecco di pressapochismo e sicuramente c’è dell’altro dietro, ma non riesco a togliermelo dalla testa.

  2. Ciao Silvia,
    non voglio decantare i benefici della cannabis, che indubbiamente sono numerosi su persone malate.
    Sicuramente il fumo della cannabis ha anche un effetto di alterazione della percezione e, pertanto, non escluderei affatto lo stato alterato del guidatore come una delle cause della tragedia.

    Comunque anche la cannabis, come il tabacco, il caffè e l’alcool, è una droga e, in condizioni di buona salute è, secondo me sconsigliabile.

    Ovviamente le quantità usate sono poi determinanti per valutare i danni.

    Ma la politica dell’ignoranza, che legittima alcool e tabacco, mentre mette sullo stesso livello di pericolosità la cannabis, l’eroina, le anfetamine, l’extasi, l’LSD è veramente un pericolo per tutti i giovani, che alla fine, volenti o nolenti, rispetto a queste sostanza devono sempre fare le loro scelte.

    Non sempre è facile dire di NO, ma almeno conoscere le diverse conseguenze sarebbe oltremodo necessario.

  3. Ciao giosby, io invece ci tengo a decantarli perché sono molti e possono avere una forte utilità sociale. Questo non vuol dire istigare all’uso dello spinello.
    Il fumo da cannabis altera la percezione (dipende ovvio dalle dosi e dall’assuefazione), ma non mi è mai capitato di vedere gente esaltata dalla cannabis o particolarmente attiva fisicamente, piuttosto rilassa la muscolatura e rallenta i riflessi.
    Con moltissima probabilità avrà anche influito nell’incidente, ma lungi dall’esserne la causa prima (parere mio).
    Il tabacco fa sempre male, un bicchiere di vino oltre ad essere un piacere può anche avere effetti positivi, in paesi molto freddi l’utilizzo di alcolici può perfino salvare dall’assideramento. Questo per dire che ci vuole buonsenso, che nessuno regala purtroppo.

  4. bisognerebbe chiedere a giovanardi :” ma se anzichè andare in giro a prendere le persone che si fanno una sigaretta di canapa, le forze dell’ordine verificherebbero se chi guida ha la patente o meno, succederebbero incidenti come questo??”
    non avere la patente significa non essere abilitati a guidare, con o senza canapa, il fatto stesso che guidava senza patente aumentava il rischio di incidenti, gravi e non
    ma Giovanardi se ne frega, lui tiene troppo alle bustarelle della malavita, quindi non dirà mai la verità su lla canapa

  5. Quante eresie che leggo. Fumo “erba” di mia produzione (spagna) da 35 anni,MAI avuti incidenti stradali pur guidando in una metropoli, di mestiere faccio il pescatore -sub in apnea,e le mie batimetriche di lavoro variano dai 10mt,ai20-22 e NN ho’ MAI avuto alcun disturbo. Quindi andiamoci piano nel dire che è pericoloso guidare dopo aver fumato,è tutto mooooolto soggettivo,e poi….c’è erba ed erba nn so se mi sono spiegato, nn tutta “rilassa”.

  6. Grazie zanzi per la tua testimonianza.
    Se vuoi farti due risate guarda questa foto

    La trovi sul sito del DPA (Dipartimento Politiche Antidroga) nella pagina “Effetti della cannabis sulle capacità di guida” con didascalia:
    VISIONE NORMALE – VISIONE DISTORTA DALL’EFFETTO DELLA CANNABIS !!!

    Io una allucinazione del genere dopo l’uso della Cannabis non l’ho proprio mai vista.
    Tremenda la disinformazione, veramente una cosa insopportabile!

  7. Giovanardi é un disinformatore patologico e questo mi ha sempre fatto pensare che abbia uno scopo, sia una specie di burattino nelle mani del clero che fa in modo di metterlo li a condurre la sua ignorantissima crociata con tanto di vigliaccate scorrettissime come se ne trovano sul sito del supposto (ed ora soppresso, si é pure scoperto che a gestirlo aveva messo amici e parenti) Dipartimento contro le Droghe o come diavolo si chiamava.

    Il clero cattolico si oppone da 2 secoli al consumo di cannabis perché si rende perfettamente conto che la sostanza, stimolando la neuroattività in maniera “nuova” rispetto a prima della prima assunzione, finisce per “aprire la mente” e liberarla.
    Nulla spaventa di piu una organizzazione che ha accumulato enorme potere e colossali ricchezze solo e unicamente imponendo una IDEA delle menti aperte e libere.

    Baudlaire, che sperimentó ampiamente con cannabis e hascish, era da giovanissimo un fervente cattolico.
    Dopo una assunzione in età piu avanzata si recò in chiesa e, come ebbe modo di scrivere piu tardi, “entrai e c’era messa, mi fece un effetto diverso…ho visto il palcoscenico e i costumi…”.
    Questo ovviamente per la chiesa che vive sul convincere la gente dell’esistenza di gente invisibile nel cielo che ci guarda e giudica (…) é mortale, percui ci mandando Giovanardi e il suo bagaglio di fregnacce ridicole.

Usa un indirizzo email valido e raggiungibile. Grazie