Il popolo viola: No Bavaglio Day e Micromega, alcuni chiarimenti

No Bavaglio Day e Micromega, alcuni chiarimenti
Condividi
Leggo che Micromega aderisce ad una manifestazione del Popolo Viola contro la legge bavaglio in programma per il 4 luglio.
Strano, penso.
La manifestazione la stiamo organizzando per il 9 luglio.
Leggo l'appello del direttore. Questo rimanda a una paginetta scarna e deserta, frutto di un'altra manifestazione anti bavaglio (annunciata e poi fallita sul nascere) ed al sito ilpopoloviola.it.
Il sito ilpopoloviola.it è proprietà (nel senso di proprietà privata) del nostro vecchio amico Gianfranco Mascia, storico fondatore dei comitati Bo.Bi. ed ex girotondino così come Paolo Flores D'Arcais, attuale direttore di Micromega.
Onnipresente animatore del Popolo Viola, inventore delle viol@zioni (con la chiocciolina fuori contesto che fa molto anni ottanta), Mascia ha registrato il sito in tutta fretta subito dopo il No B Day. Lo ha fatto per metterlo in salvo da eventuali sciacallaggi, così come quel sig. Donnini che ha richiesto la registrazione del marchio "il popolo viola".
Essi ci proteggono.
In questi mesi la vetrina viola ha rilanciato l'immagine del nostro Mascia, che si è trovato sulle prime pagine dei giornali, spesso presentato come "leader" di un movimento che non ha leaders. Quando succede, Mascia abbozza, incolpa la semplificazione giornalistica, "non gliel'ho detto io che sono il leader", dice.
Certo è che l'Italia dei Valori deve aver pensato di aver fatto un colpaccio quando gli ha proposto di lavorare alla comunicazione web del partito e lui ha accettato: un grosso piccione viola con una fava.
La fava, da quel momento, invece che dedicarsi coerentemente agli affari dell'IdV, si tinge di viola più viola che mai, promuove iniziative, incontra dirigenti di altri partiti d'opposizione, continua a mantenere sul suo sito il link alla nostra pagina facebook del popolo viola (280,000 iscritti, oltre 160 gruppi locali in Italia e all'estero).
Ma che relazione ha Mascia con la pagina in questione o con i gruppi locali?
Nessuna.
Per dimostrare, forse, di essere ancora "Mister Popolo Viola", Mascia ha adesso indetto una manifestazione del Popolo Viola contro la legge bavaglio, proponendo la sua data del 4 luglio. Contestualmente il Popolo Viola organizza per il 9 luglio, giorno della votazione alla camera della legge infame e dello sciopero dei giornalisti, insieme a Radio Cento Passi, Le Agende Rosse, Libera Cittadinanza, Libertà è Partecipazione, ecc.
Sono convinto che gli amici di Micromega siano stati depistati dall' "ottimismo" masciano e che questo sia avvenuto in buona fede.
Con una telefonata al suo vecchio amico Paolo Flores D'Arcais deve aver convinto quest'ultimo della origine tutta viola della sua personalissima iniziativa. Mascia ha infatti all'attivo una ricchissima rubrica telefonica ed una nutrita serie di "semplificazioni giornalistiche".
Non oso (chiaramente) sperare che Gianfranco receda da questo progetto spericolato, ma spero ancora che la redazione di Micromega decida di aiutare il Popolo Viola ad evitare ridicole dispersioni.

Stanotte alcuni golem, alcuni dei quali hanno diretto interesse in una gestione romana delle attività del popolo viola, hanno fatto scorribanda su facebook annunciando che la manifestazione del Popolo Viola "è stata anticipata al 4 luglio".
La notizia è totalmente falsa.

Ditemi voi.

Ci vediamo il 9 luglio
Un abbraccio
Franz Mannino

p.s. Se volete scrivere a Micromega: redazione@micromega.net