Il governo ipnotico di Salvini e Di Maio

Altri tempi…

Sono gente come noi.

Di Maio sbaglia i verbi, fanno le gaffe, Salvini mangia schifezze e se ne vanta.

L’Uomo Qualunque può identificarsi comodamente, senza la fatica di adattarsi.

Come Mike Bongiorno, aveva successo perché ognuno poteva sentirsi meglio di lui, come giustamente osservava Umberto Eco.

La realtà in questo gioco delle parti non ha più alcuna importanza. L’opposizione non ha neanche più argomenti a cui questi individui si degnino di rispondere, gli basta dire che rosicano…La manovra finanziaria secondo l’opposizione aumenta le tasse, ma secondo il governo le diminuisce. Nessuno sa più cosa sia vero, si crede a qualcuno, tanto con i numerini non si capisce mai nulla, ma basta credere che il governo FINALMENTE (parola magica) fa gli interessi del POPOLO (altra parola magica).

In questo gioco fanno la loro bella figura i vari personaggi insignificanti e imbranati come Toninelli, perfetta vittima del bullismo, o la Castelli, l”asino che insulta il professore.

I bersagli poi sono quelli di sempre: bersagli facili, come sparare sulla Croce Rossa: Renzi, D’Alema, Monti, al limite Berlusconi. Gente che, a parte Berlusconi, ha spesso remato a destra travestita da sinistra. Insomma, come nella più banale delle favole, il Lupo travestito da Cappuccetto Rosso.

Altro personaggio da emulare è Fantozzi. Un governo che sembra “Fantozzi alla riscossa”. Tutti gli umili e i semplici che FINALMENTE, grazie al bullo Salvini e al ragazzino ignorante Di Maio, possono giocare alla guerra con l’Europa, facendo finta di aver vinto, e possono lasciare in mezzo al mare i negri brutti, sporchi e cattivi.

È Fantozzi che FINALMENTE trionfa

La gente è  semplice, facile da abbindolare. Non serve parlare difficile, il politichese é tramontato.

Le classi sociali non esistono più, o meglio sono ridotte all’osso: un capitalismo sempre più ricco, sempre più lontano e sempre meno appariscente, che in realtà manovra tutti i burattini, e un generico popolo, laddove il popolo è più un sentimento di inadeguatezza, di ignoranza, di incapacità ad emergere dalla mediocrità, e che si esprime allora con un governo dove trionfa il mediocre.

Rimedi? Crozza in politica, soltanto una risata li potrà seppellire…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.