Berlusconi vince con il qualunquismo!

In Italia ha vinto il qualunquismo!

Hanno vinto gli emoticon!

Ha vinto Mike Bongiorno!

Hanno vinto le veline!

Ha vinto il calcio sulla politica!

Ha vinto il sesso sull’amore!

Hanno vinto i siti porno!

Ha vinto il Grande Fratello!

Ha vinto la TV sul cinema e sul teatro e sulla radio!

Ha vinto l’ignoranza sulla cultura!

Ha vinto la violenza sulla ragione!

Ha vinto la Playstation!

Hanno vinto i cellulari e gli SMS!

Ha vinto la moda firmata e copiata.

Hanno vinto le firme taroccate!

Ha vinto il bio certificato, ma coltivato accanto all’autostrada.

Ha vinto “Finché la barca va…”

Ha vinto il conflitto d’interesse che non esiste.

Ha vinto Emilio Fede!

Ha vinto il gossip sulla notizia!

Hanno vinto gli scandali, che tanto … uno più o uno meno …

Ha vinto la mafia, che tanto non possiamo farci niente

Ha vinto il lavaggio del cervello!

Ha vinto la passività!

Ha vinto l’opportunismo e la corruzione.

Hanno vinto i paraculo!

Dichiarava Daniele Luttazzi nel gennaio 2007:

«Per essere ammessi in tv bisogna appartenere alla nuova specie televisiva creata negli anni berlusconiani, ma che va ancora di moda. La figura del paraculo, sì, scriva pure così, quello che non si schiera mai, che si mimetizza, che fa del qualunquismo una bandiera». Mi fa degli esempi? «Nomi e cognomi, come faccio nello spettacolo. Bonolis che dichiara di non sentirsi né di destra né di sinistra, Fabio Volo che si vanta di essere qualunquista, Simona Ventura che si definisce equidistante, aggiungendo candidamente di aver lavorato a Mediaset inseguita dal pettegolezzo di essere l’ amante di Galliani e di averlo lasciato credere». Altri nomi? «Gene Gnocchi, Fiorello, Fabio Fazio, Baudo stesso». Personaggi molto diversi fra loro. Dove sta la `colpa’ ? «Sono gli eroi dell’ opportunismo tv, quelli con la maschera patinata. Lavorano rispettando la condizione di non disturbare, non accorgendosi che l’ opportunismo è una forma di corruzione». Ma ci sarà qualcosa e qualcuno che si salva, oppure la satira è morta? «Finchè sarà la politica a stabilire non solo ciò che si può dire, ma anche chi lo dice e in quale modo, vuol dire che l’ ambiente è irrimediabilmente inquinato. Al massimo viene tollerata l’ allusione blanda, la comicità alla camomilla, ma questa non è satira»

Ha vinto il lavoro nero!

Ha vinto l’evasione fiscale, che altrimenti come fai?

Ha vinto: “vuole la fattura o lo sconto?”

Ha vinto il Festival di Sanremo!

Ma chi ha perso?

Ha perso chi è morto, come

Jimi Hendrix,

Jim Morrison,

Bob Marley,

Fabrizio De Andrè

Ha perso l’uomo qualunque

Abbiamo perso noi …

Noi che siamo strani …

La psicologia e la matematica servono a vincere le elezioni e a conquistare il potere?

Io penso di sì.

Come si fa?

Semplice:

  1. usando potenti mezzi di comunicazione (TV) si cerca di creare una certa visione del mondo, dove le cose futili sono più importanti delle cose serie
  2. si eseguono sondaggi su ciò che la gente pensa, desidera e sulle sue aspettative
  3. si promette alla gente quello che essa desidera
  4. una volta conquistato al potere, sempre con i potenti mezzi di comunicazione, si racconta che si sta procedendo spediti verso la realizzazione di tutti i desideri
  5. si aumenta così sempre di più il proprio consenso

Orwell in fondo ce lo aveva già detto …

Altra abile mossa: creare una stupida opposizione nella quale gli “irriducibili” si possano identificare ma che abbia come caratteristica la totale inconcludenza, della serie “can che abbaia non morde” (Vedi Beppe Grillo & Co.) In fondo è soltanto l’altra faccia della medaglia.

Articolo correlato:

8. Grillo è qualunquista ! E il 280 …

11. Grillo è qualunquista? Il board nazionale

Fenomenologia del qualunquismo

Un Clic QUI per leggere e scaricare La Ragnatela del Grillo !

Be Sociable, Share!

Facebook comments:

2 pensieri su “Berlusconi vince con il qualunquismo!

  1. HA PERSO L’UOMO QUALUNQUE. LAMPANTE.
    FACENDO “IL QUALUNQUE” NON RIBELLANDOSI MAI.
    UN PAESE DI QUALUNQUE CHE AMANO I QUALUNQUISTI.

    L’ITALIA NON E’ U PAESE CON UN POPOLO.

    E’ UN PAESE CON QUALUNQUISTI SILENZIOSI CHE ACCETTANO LO STATUS QUO.

    LA COLPA E LORO, CHE PERMETTONO DI LASCIARSI FARE….

    QUELLI CHE CI GUADAGNANO ALLORA COME BIASIMARLI????

  2. Gli opposti coincidono, almeno secondo alcuni antichi filosofi.
    Le stesse forze dell’ ordine non avrebbero ragione di esistere senza il caos ed il disordine, secondo “Joan Lui” ( A. Celentano, 1985 ).
    Un saggio indiano disse che quando diverremo tutti buoni o tutti cattivi, verrà la fine del mondo: classiche teorie del male necessario, forse é per questo che la chiesa invoca il “perdono”. Mi domando se non sia solo una scusa per consentire ai carnefici ( senza i quali probabilmente non acuiremmo i nostri sensi nè affineremmo – come fanno loro, sostenendo anche il commercio delle armi, ecc – la nostra abilità per combatterli, un pò come la selezione naturale nella perenne lotta fra preda e predatore ) di continuare a delinquere, mentre invece le risorse utilizzate per combatterli si potrebbero utilizzare in altro modo, vista anche la presunta crisi mondiale…

Usa un indirizzo email valido e raggiungibile. Grazie