Allattamento materno: chi ben comincia … è a metà dell’opera!

Fin dalla nascita, troppo spesso, si assiste alla separazione tra madre e figlio. Il bambino dovrebbe poter essere attaccato al seno nella prima mezzora di vita, se non proprio immediatamente, che è la cosa più naturale…

Dove sta la verità?

In generale, le politiche sanitarie che effettuano dei veri e propri sabotaggi dell’allattamento al seno sono molteplici. La stessa diffusione, tanto comune, dell’uso del succhiotto, è una grande interferenza nel naturale rapporto tra madre e figlio.

Tratto dalla Dichiarazione degli Innocenti sulla protezione, la promozione e il sostegno all’allattamento al seno:

… Per raggiungere l’obiettivo globale di una migliore salute e di una più corretta alimentazione della madre e del bambino, tutte le donne dovrebbero essere messe nella condizione di praticare l’allattamento esclusivamente al seno, e tutti neonati dovrebbero essere nutriti soltanto con latte materno, dalla nascita fino ai 4-6 mesi di vita. I bambini dovrebbero continuare ad essere allattati al seno, ricevendo allo stesso tempo alimenti complementari adeguati, fin oltre i due anni di età …

Osserviamo un sito che offre informazioni, ma … qui possiamo leggere:

… Nonostante il latte materno sia un alimento perfetto per la crescita del nostro bambino, può accadere che non riusciamo a produrne abbastanza: quindi le richieste del nostro bambino aumentano e la crescita si fa più lenta, cosicché siamo costrette a ricorrere al biberon …

Invece possiamo leggere anche una opinione diversa:

… I seguenti metodi non sono affidabili per giudicare se il bambino riceve abbastanza latte: … […] … Il bambino accetta il biberon dopo la poppata. Questo non significa necessariamente che è ancora affamato. Non è un buon controllo perché il biberon può interferire con l’allattamento al seno …

Altro tema importante: lo svezzamento. Leggiamo qui

… Per le mamme che hanno latte si consiglia di procedere allo svezzamento solo dopo i sei mesi.Il primo accorgimento da tenere presente è la gradualità con cui si dovranno svolgere tutte le operazioni. Inizieremo con l’intervallare il biberon al seno, aumentando di giorno in giorno le poppate artificiali. Il bambino non si accorgerà della sostituzione delle poppate al seno e comincerà a percepire come naturale la tettarella …

Mentre qui si legge:

… L’età minima per lo svezzamento nell’uomo è due anni e mezzo e l’età massima sette anni …

Consideriamo che sul sito www.allattiamo.it non è presente alcuna pubblicità, mentre sui siti www.italiadonna.it e www.pianetamamma.it abbondano i link e i riquadri che portano allo shopping di tutti i prodotti per l’infanzia, per la mamma e per l’allattamento artificiale.

Quanto dobbiamo all’industria per l’infanzia le pseudo-informazioni che troviamo sui siti commerciali? Dove avremo le informazioni migliori per noi e per i nostri figli? In quanti casi nella vita, senza saperlo, le informazioni che riceviamo, sono influenzate da fattori economici?

Un Clic QUI per leggere e scaricare La Ragnatela del Grillo !

Articolo già pubblicato nel primo blog di giosby

Be Sociable, Share!

Facebook comments:

2 pensieri su “Allattamento materno: chi ben comincia … è a metà dell’opera!

Usa un indirizzo email valido e raggiungibile. Grazie